Bandi

Manifestazione di interesse . Assegnazione di aree per esercizio di attività commerciali Food and Beverage . Terminal A Lotto nr. 41a Sparkling Bar . COD 1235007SAC

13 Maggio 2022 | CIG/COD 1235007SAC

Manifestazione di interesse lotto 41a
Lotto 41a-L2-VERS02


Avvisi (21)

RINVIO SEDUTA DI GARA

Si comunica che la seduta di gara per l’apertura della busta n. 2 offerta economica convocata per stamani è rinviata a lunedì 24 ottobre 2022 alle ore ore 11:00 presso gli uffici amministrativi SAC SpA.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

CONVOCAZIONE SEDUTA DI GARA

Con riferimento alla procedura in oggetto si comunica che la commissione di gara è convocata per venerdì 14 ottobre 2022 alle ore 11:30 per l’apertura della busta n.2 offerta economica.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

AVVISO SEDUTA PUBBLICA

Con riferimento alla procedura in oggetto si comunica che la commissione di gara è convocata per giovedì 6 ottobre 2022 alle ore 10:00.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.42: Si richiede se gli spazi accessori a uso magazzino e spogliatoio, come da quesiti 6), 33) e 36), siano adeguati e se saranno disponibili relativi progetti e certificazioni. Se così non fosse, si richiede a chi saranno in capo i necessari lavori di adeguamento.
Risposta: L’area in oggetto non ha autorizzazione come spogliatoio e non vi è nessun progetto. L’adeguamento come da normativa è a carico del Datore di Lavoro, pertanto i progetti e costi sono a carico del sub-concessionario. 

Domanda n.43: Si richiede, nel caso in la potenza elettrica disponibile non fosse sufficiente per la tipologia di attività richiesta da gara, se i lavori di aumento di potenza e adeguamento della dorsale saranno in carico all’aeroporto.
Risposta: Si, è possibile aumentare la capacità elettrica previa richiesta al gestore, documentata con gli incartamenti tecnici necessari che giustifichino l’incremento. Eventuali costi sono a carico del subconcessionario.

Domanda n.44: Si richiede se il punto di consegna dell’alimentazione elettrica si trovi a bordo concessione.
Risposta: L’alimentazione elettrica o punto di consegna elettrico al subconcessionario è posta all’interno del Quadro Elettrico di zona (Terminal A).

Domanda n.45: Si richiede se la competenza economica dei collegamenti alle linee di scarico/adduzione esistenti sia in capo all’aeroporto.
Risposta: I locali commerciali, sin dall’apertura del terminal A, sono dotati di collettori di scarico e/o adduzione.

Domanda n.46: Si richiede se l’aeroporto garantirà i fluidi a bordo concessione.
Risposta: Il gestore, se è presente sul lotto commerciale un collettore

Domanda n.47: Si richiede se gli eventuali adeguamenti antincendio che la concedente potrebbe attuare, interesseranno anche la zona oggetto di gara o verranno effettuati sulle aree fino a bordo concessione.
Risposta: Allo stato è in corso l’adeguamento antincendio del terminal A, ma in merito ai subconcessionari, il gestore garantisce le misure (rilevatori termici e/o calore) antincendio previste sin dall’apertura del Terminal A (anno 2007). Si rimanda al carico antincendio del subconcessionario per eventuali misure aggiuntive da valutare.

RETTIFICA
Con riferimento alla risposta al quesito n. 37, a rettifica di un mero errore materiale, si precisa che al possesso della certificazione ISO 22000 saranno attribuiti 6 punti.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.39: Si chiede conferma che il tasso di penetrazione indicato nel foglio ricavi del Business Plan, debba essere calcolato considerando la somma dei passeggeri in partenza ed in arrivo del Terminal A (9,6 ML), nonostante il locale oggetto di procedura sia situato in zona airside.
Risposta: il tasso di penetrazione indicato nel foglio ricavi del Business Plan, deve essere calcolato considerando solo i passeggeri in partenza che sono il 50% del totale.

Domanda n.40: Si chiede conferma che all’interno del foglio investimenti del Business Plan, il calcolo dell’investimento/mq debba essere effettuato sulla somma di 50 mq + 30 mq di sedute per un totale di 80 mq.
Risposta: si conferma che il calcolo dell’investimento/mq deve essere effettuato sulla somma di 50 mq + 30 mq di sedute per un totale di 80 mq.

Domanda n.41: Si richiede quali siano i carichi ammissibili della struttura a livello di copertura e se il controsoffitto attuale sia calpestabile.
Risposta: I carichi considerati sulla struttura di copertura degli spazi adibiti ad aree commerciali sono riportati a pag 5 dello stralcio di relazione di calcolo depositata al Genio Civile. Vedi allegato.

Relaz_Calcolo_Negozi_Partenze pag1_5

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.38: con riferimento alla procedura per l’affidamento di aree per attività commerciali Food and Beverage – Terminal A – Lotto 41a di cui alla Lettera di invito – Vs prot. n. 3774 del 12/07/2022 – si chiede di conoscere le condizioni di consegna (strutturali, impiantistiche, ecc…) e le eventuali dotazioni di magazzini e spogliatoi.
Risposta: sarà consegnato come rilasciato dal precedente subconcessionario e come verificato in sede di sopralluogo.

PRECISAZIONE
Con riferimento alla risposta alla domanda n.13 si precisa che il 90% del corrispettivo fatturato fa riferimento esclusivamente agli oneri previsti al punto 8.1 ed 8.2. Il suddetto calcolo varrà dal secondo anno di subconcessione.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.37: Con riferimento alle certificazioni di cui al punto 2.2.2, lettera d),si chiede conferma che debbano essere presentate le certificazioni riportate tra i criteri di attribuzione del punteggio, ovvero:
– ISO 22000 (e non UNI 10854)
– ISO 9001
– ISO 14001
– ISO 45001 (e non OHSAS 18001)
– ISO 50001
– SA 8000

Risposta: Con riferimento al punto 2.2.2, lettera d), si precisa che l’attribuzione del punteggio verrà effettuata sulla base dei seguenti criteri:

  • Certificazione relativa al Sistema di gestione per la sicurezza e l’igiene alimentare (ISO 22000): punteggio attribuito 5 punti;
  • Certificazione relativa al Sistema di Gestione della Qualità (ISO 9001) punteggio attribuito 5 punti;
  • altre certificazioni – Sistema di gestione ambientale, ISO 14001 – Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro, ISO 45001 – Sistema di gestione dell’energia, ISO 50001 – Sistema di responsabilità sociale, SA 8000): punteggio attribuito 1 punto per ciascuna Certificazione.

Cristofaro Sardo
Responsabile Utile del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.32: Si richiedono indicazioni circa i magazzini in area landside (indicazione della posizione all’interno dell’aerostazione, planimetria/dwg, indicazione delle dimensioni).
Risposta: Allego, come concordato per le vie brevi, pdf del livello -1 dal quale potete individuare il lotto più consono a tale attività.

Domanda n.33: Si chiede conferma che non saranno resi disponibili spazi ad uso spogliatoi e che vadano previsti all’interno del layout dell’area.
Risposta: Saranno disponibili aree, esterne rispetto al lotto in gara, al livello -1 (piano interrato).

Domanda n.34: potreste fornire una planimetria con indicazione del percorso di accesso ai magazzini? (sia per lo scarico della merce, che per l’approvvigionamento del locale da magazzino) con indicati i metri quadri a disposizione
Risposta: Si allega planimetria con indicato il percorso per accedere ai magazzini.

Domanda n.35: Si richiede, al fine di consentire l’apertura del punto vendita nelle varie fasce orarie della giornata, la possibilità di presentare un’offerta colazione dolce e salata con servizio al tavolo in linea col format presentato.
Risposta: Sì, è prevista la possibilità di presentare un’offerta colazione dolce e salata, solo con servizio al tavolo, in linea col format presentato.

Domanda n.36: Si richiede se vi sia la disponibilità di spogliatoio con relativo bagno ad uso esclusivo che supporti l’attività di vendita.
Risposta: In merito agli spogliatoi si veda quanto risposto al quesito 33. Non è previsto bagno ad uso esclusivo dell’attività di vendita.

Allegati

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Con riferimento alla risposta al quesito n.14 si allega, oltre alla planimetria, dwg della sezione e del prospetto della struttura.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

Allegato ai quesiti

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.28: a che quota di pavimento viene consegnata l’area? Qual è lo spessore del massetto? nel caso si rendesse necessario rivedere le pendenze, sarebbe possibile realizzare un massetto aggiuntivo?
Risposta: Il pavimento presente all’interno del locale, laminato plastico, è alla stessa quota del piano partenze. Non conosciamo lo spessore dl massetto.

Domanda n.29: è possibile conoscere la potenza elettrica a nostra disposizione? (e la collocazione del punto di consegna).
Risposta: l’utenza destinata alle attività commerciali dal Quadro Elettrico Generale di piano, avviene da un interruttore quadripolare magnetotermico differenziale di 25 Ampere.

Domanda n.30: ci sono prescrizioni/indicazioni sui carichi? (sia a pavimento che a soffitto/controsoffitto)
Risposta: carichi ammissibili a solaio 500kg/mq

Domanda n.31: ci sono restrizioni/indicazioni relative alle altezze? (es: altezza totale, altezze minime e massime da rispettare, necessario ribassamento con veletta)
Risposta: nessuna restrizione, purché il tutto venga eseguito nel rispetto della normativa in merito alle altezze minime da rispettare.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.20: è possibile avere un dettaglio dell’impianto meccanico esistente ed eventuali canalizzazioni? Cosa ci viene fornito (fluidi/aria)?
Risposta: L’impianto meccanico esistente è misto aria/acqua: l’aria di mandata viaggia attraverso canalizzazione e terminali (diffusori, griglie, ugelli direzionali), l’acqua refrigerata a servizio dei faincoil a pavimento o in controsoffitto (se presenti nella vecchia gestione commerciale).

Domanda n.21: ci potreste indicare se è presente e dove si trova un eventuale punto di estrazione?
Risposta: Non esiste un punto di estrazione dedicato, ma esiste l’impianto d’estrazione canalizzato generale del terminal A.

Domanda n.22: è possibile avere dettaglio delle linee di scarico esistenti (distanze, ev. passaggi)? Sia delle acque bianche che delle acque nere.
Risposta: Si allega stralcio planimetrico.

Domanda n.23: è possibile conoscere il punto di consegna acqua?
Risposta: Si allega stralcio planimetrico.

Domanda n.24: relativamente all’impianto antincendio, bisogna prevedere un impianto sprinkler? e se sì, in quale zona?
Risposta: Regolamentato dal tipo di attività commerciale e di quanto previsto dal D.M. 17.07.2014 per gli spazi commercial all’interno degli aeroporti.

Domanda n.25: la rivelazione fumi deve interfacciarsi con il vostro sistema di controllo?
Risposta: Si.

Domanda n.26: bisogna prevedere diversi compartimenti e relative pareti e porte REI?
Risposta: La compartimentazione è obbligatoria se insiste su aree del Terminal A, in cui esiste una compartimentazione REI (vedasi per esempio i locali depositi)

Domanda n.27: è possibile realizzare ev. soppalco per passaggio impianti?
Risposta: Per il passaggio degli impianti in copertura sarebbe opportuno un controsoffitto ispezionabile.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

elaborato grafico lotto 41 a

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.18: con la presente siamo a chiedere conferma, relativamente alla procedura in oggetto, dell’esatto importo della fideiussione da produrre in tale fase.
La stessa deve essere pari ad €. 40.000,00?
Risposta: La fidejussione deve essere pari a €. 40.000,00.

Domanda n.19: con la presente siamo a chiederVi se le certificazioni relative allo svolgimento delle proprie attività, rilasciate da enti accreditati nazionali o internazionali (es. Accredia) siano da produrre all’interno della Busta 1 o se si possano solo citare.
Si chiede inoltre se l’attestato di sopralluogo debba essere prodotto e inserito all’interno della medesima busta.
Risposta: le certificazioni devono essere inserite all’interno della busta 1, non è sufficiente citarle. L’attestato di sopralluogo deve essere inserito all’interno della busta n.1.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.14: Si chiede se è possibile avere delle sezioni interne/prospetti esterni dello spazio.
Risposta: Si allega dwg della sezione e del prospetto della struttura.

Domanda n.15: Si richiede se è necessario prevedere una serranda di chiusura dello spazio.
Risposta: per lo spazio esterno non è prevista chiusura.

Domanda n.16: Si richiedono le linee guida per quanto riguarda l’inserimento e la tipologia di insegne.
Risposta: le insegne proposte saranno valutate e approvate in fase di progetto esecutivo. Lo standard di massima è quello utilizzato da tutti i subconcessionari e sarà visionato in fase di sopralluogo.

Domanda n.17: Si richiede se è presente una specifica classe antincendio dei materiali da rispettare.
Risposta: Al momento, non sono state stabilite particolari prescrizioni sulle classi antincendio riguardo ai  materiali da utilizzare,  tuttavia, si suggerisce di scegliere materiali di arredo che abbiano una bassa reazione al fuoco, al fine di contenere il carico d’incendio globale dell’Aerostazione, specificando che,  al  momento,  l’Aerostazione è oggetto di adeguamento antincendio con la limitazione a REI 30, ivi  compresa l’area d’interesse, ed è pertanto obbligatorio che anche la stessa, non superi il valore sopra indicato.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

Lotto 41a-L2 Sezione-Prospetto

PROROGA TERMINI

Si comunica che la data ultima di consegna del plico, inizialmente prevista per le ore 16.00 del 19 settembre 2022, è posticipata alle ore 16.00 del 03 ottobre 2022.
Contestualmente, la data ultima per le richieste di chiarimento, inizialmente prevista per le ore 16:00 del giorno 09 settembre 2022, è posticipata alle ore 16:00 del 16 settembre 2022.
Restano immutate le modalità di presentazione e partecipazione previste nella lettera a presentare offerta.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.4: Si richiede Piano di Sicurezza ed evacuazione
Risposta: Si allega quanto richiesto

Domanda n.5: Con riferimento alla procedura è nostra interpretazione che tutta la documentazione contenuta nella Busta 1- Offerta Tecnica e nella Busta 2 – Offerta Economica debba essere prodotta sia in formato cartaceo che in formato digitale (PDF privo di criptografia) su supporto magnetico. La documentazione cartacea deve essere siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce, deve essere scansionata in formato pdf e salvata su due CD (uno per la Busta 1 e uno per la Busta 2). I documenti scansionati non devono essere firmati digitalmente; è corretta la nostra interpretazione?
Risposta: Interpretazione corretta

Domanda n.6: Si chiede la disponibilità da parte di S.A.C. di spazi ad uso magazzini e spogliatoi.
Risposta: Sono disponibili magazzini in area land side

Domanda n.7: In merito al punto 2.2.1, si chiede se possibile rilegare insieme le relazioni richieste ai punti 3), 4), 5), e 6), con una copertina comune e una sub copertina per ogni singola relazione.
Risposta: Non è possibile

Domanda n.8: Nel Business Plan è richiesta la compilazione del dato passeggeri:
Si chiede conferma che debbano essere considerati solo i passeggeri del Terminal A.
Si chiede un numero passeggeri di riferimento (relativi al Terminal A) previsti dalla concedente da cui partire per la costruzione delle proiezioni.
Si richiede il criterio con cui calcolare il numero dei passeggeri nelle proiezioni annue. E’ corretto prevedere una crescita annua del 1,5%?
Risposta: Solo i passeggeri del Terminal A. I dati da considerare sono quelli del 2019: I passeggeri sono stati 10,2 ML ma ai fini del business Plan vanno considerati solo quelli del terminal A ovvero: 5,1 ML arrivi e 4,5 ML partenze. La valutazione sulla crescita è in capo al partecipante.

Domanda n.9: In relazione alla compilazione del Business Plan, nella sezione RICAVI è nostra interpretazione che:
Con il termine Contatti si intende il numero di scontrini;
Con il termine Tasso di Penetrazione si intende il rapporto tra numero di scontrini emessi dal punto vendita e numero dei passeggeri;
Il tasso di penetrazione sui passeggeri è da considerarsi al 50% di tutti i passeggeri del Terminal A. E’ corretta la nostra interpretazione?
Risposta: Con il termine CONTATTI si intenda il nr. scontrini emessi dal pdv. con il termine tasso di penetrazione si intende il rapporto tra nr. scontrini emessi dal pdv e il numero dei passeggeri.
Il tasso di penetrazione sui passeggeri è da considerarsi tenendo conto di quanto scritto nella risposta al quesito n.8.

Domanda n.10: Con riferimento al Business Plan, nel foglio COSTI: cosa si intende per “Ricarico %” e “Costo da Scontrino medio”?
Risposta: Per la voce ricarico, si chiede di indicare il ricarico medio applicato sul costo del prodotto. Per la voce costo da scontrino medio, si chiede di indicare, partendo dal ricavo da scontrino medio indicato nella voce ricavi, la parte relativa ai costi.

Domanda n.11: In relazione alla durata della Convenzione fissata in 5 anni e fatto salvo i tempi previsti all’interno dell’allegato “Convenzione standard” di invio progetto, approvazione SAC ed ENAC e successivi tempi di realizzazione del punto vendita, si chiede conferma che la durata effettiva di 5 anni avrà decorrenza dall’inizio dell’attività e non dalla firma della Convenzione, che altrimenti, per i tempi di progetto e approvativi (SAC ed ENAC) sopra indicati non sarebbe effettivamente di 5 anni.
Risposta: La data di decorrenza sarà quella prevista in convenzione che non necessariamente coincide con quella della sottoscrizione della stessa.

Domanda n.12: Si chiede di indicare la data di consegna prevista dell’area
Risposta: La data di consegna sarà contestuale a quella di firma della convenzione

Domanda n.13: Con riferimento al punto 8.3 della Convenzione “la Subconcessionaria sarà tenuta a corrisponde provvisoriamente a SAC un importo pari al 90% del corrispettivo fatturato per lo spazio oggetto della subconcessione l’anno precedente (parametrato all’anno), da fatturarsi trimestralmente.” si chiede di specificare a cosa fa riferimento la dicitura “corrispettivo fatturato”.
Risposta: Fa riferimento al 90% dei corrispettivi fatturati nell’anno precedente sia come MAG che come Royalties.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

Pei e Schede (2022)

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.1: Si chiede conferma che il punto 2.2.4 – Criteri di attribuzione dell’offerta economica contenga un refuso e che il PE verrà attribuito fino ad un massimo pari a 30 invece che 70.
Risposta: Si tratta di un refuso. Il PE verrà attribuito fino ad un massimo pari a 30.

Domanda n.2: Si richiede l’invio di planimetria dell’area in formato pdf e dwg.
Risposta: Sia il Pdf (insieme alla manifestazione di interesse) che il DWG ( in data 15.07.2022) sono stati pubblicati

Domanda n.3: Si richiede l’invio degli allegati citati nel bando: “Convenzione di Affidamento” e “Schema di Business Plan”
Risposta: Si allegano convenzione standard e schema di business plan
Convenzione standard
Business Plan LOTTO 41a TERMINAL A

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

 

AVVISO SEDUTA DI GARA

Con riferimento alla procedura in oggetto si comunica che la commissione dei gara è  convocata per venerdì 8 luglio 2022 alle ore 12:00.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RINVIO SEDUTA DI GARA

Con riferimento alla procedura in oggetto si comunica che la seduta di gara prevista per giovedì 30 giugno è rinviata a venerdì 1 luglio 2022 alle ore 11:00.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.2:
Si chiede di chiarire se il legale rappresentante della società possa direttamente presentare, assumendosene la responsabilità, una dichiarazione resa ai sensi dell’art. 47, D.P.R. 445 /2000, in cui dichiari e indichi, per quanto a propria conoscenza, le informazioni relative ai requisiti di cui al par. 2.2 lett. b) dell’avviso anche con riferimento ai  soggetti tenuti a presentare tale dichiarazione ovvero se la stessa debba essere necessariamente resa dai membri del consiglio di amministrazione cui sia stata conferita legale rappresentanza, ivi compresi institori e procuratori generali, dai membri degli organi con poteri di direzione o di vigilanza, dai soggetti muniti di poteri di rappresentanza direzione o controllo, dal direttore tecnico, dal socio unico persona fisica ovvero dal socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, dai soggetti cessati dalla carica nell’anno antecedente la data di pubblicazione dell’avviso
Risposta n. 2
trattandosi di dichiarazioni sostitutive di certificazioni (art. 46 D.P.R. 445/2000) devono essere sottoscritte dall’interessato. Nella fattispecie da tutti gli interessati.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.1:
Si chiede se sia possibile trasmettere la documentazione relativa alla partecipazione alla procedura di cui all’avviso in oggetto anche per pec, all’indirizzo: sac@pec.aeroporto.catania.it.
Risposta n. 1:
No, la trasmissione può avvenire solo in formato cartaceo.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento