next GATE

È arrivato, finalmente, il momento di Expo Dubai

28 Aprile 2021

L’esposizione universale, che originariamente doveva tenersi nell’ottobre 2020, è stata posticipata di un anno a causa della pandemia da Covid e si terrà nella capitale emiratina dall’1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022.

Il tema dell’esposizione, che ricade nel 50* anniversario della fondazione degli Emirati Arabi Uniti, è “Connecting Minds, Creating the Future” (collegare le menti, creare il futuro) e ha tratto ispirazione dal nome arabo della città di Dubai, al-Waṣl (che significa “il collegamento”, la connessione).

Il sito che ospiterà Expo si trova a metà strada tra Dubai e Abu-Dhabi, non lontano dall’aeroporto internazionale Al Maktoum: da Catania avremo (a partire da ottobre) un comodo volo diretto operato dalla compagnia flyDubai (collegata al colosso Emirates). Quale occasione migliore, quindi, per programmare già adesso un viaggio e approfittare di Expo per visitare gli Emirati Arabi?

Intanto, nell’attesa, possiamo iniziare a prepararci, facendo un excursus sulla storia delle Esposizioni universali. La prima si tenne a Londra, nel lontano 1851, esattamente al Crystal Palace, grazie a una felice intuizione del Principe Albert, marito della regina Vittoria: la grande costruzione in vetro e ferro venne edificata appositamente per ospitare la prima Expo della storia, all’interno di Hyde Park.

Ma il primato di costruzione più famosa mai realizzata proprio in occasione di un’Esposizione universale va senza dubbio alla Tour Eiffel, innalzata a Parigi nel 1889 – centenario della Rivoluzione francese – per l’Esposizione che si tenne in quell’anno: per agevolare sia la visita del nuovo monumento che quella della kermesse, venne anche costruita una linea ferroviaria provvisoria: tutto ciò non fa altro che confermare il grande fascino che le Expo hanno sempre esercitato sull’umanità.
Dal 1928 l’ente intergovernativo che regolamenta le Esposizioni universali è il BIE, Bureau International des Expositions. L’ultima Expo si è tenuta a Milano, nel 2015: un grande successo sia di critica che di pubblico, chiusa con 21 milioni di visitatori, 7 dei quali stranieri.

Expo Dubai, che è la prima esposizione che si tiene in un Paese arabo e anche la prima nell’aerea Me.Na.Sa (Medio Oriente, Nordafrica, Asia meridionale) durerà 182 giorni e vedrà 200 Paesi partecipanti con una previsione di 25 milioni di visitatori.

Riguardo alla logistica, lo sforzo sarà immenso: ci sarà una metropolitana in grado di trasportare 44.000 passeggeri all’ora e 30.000 parcheggi a disposizione dei visitatori. Sarà la grande occasione di rilancio mondiale dopo la pandemia da Covid-19 e guiderà i tanti turisti attraverso i tre sotto-temi “Opportunità”, Mobilità” e “Sostenibilità” alla ricerca di nuove e innovative soluzioni per il futuro.
Inoltre, Dubai diventerà set a cielo aperto per più di 60 eventi live al giorno, con la più grande superficie di proiezione a 360 gradi del pianeta.

Ovviamente, il nostro Paese sarà presente con il Padiglione Italia, che porterà a Dubai la nostra storia, la nostra cultura e le eccellenze italiane.
Riguardo al modo con cui Dubai ha reagito alla pandemia da Covid-19, grazie a una delle campagne vaccinali più efficaci del mondo, al momento (maggio 2021) quasi il 50% della popolazione è stata vaccinata e si farà trovare dunque pronta ad accogliere i visitatori internazionali: per adesso, per recarvisi è richiesto un tampone PCR effettuato al massimo 72 ore prima dell’arrivo a Dubai e vi si può recare solo chi ha motivi di lavoro o necessità. Ma per la data di apertura di Expo gli Emirati saranno pronti a ricevere anche milioni di turisti.

Per quanto riguarda i collegamenti aerei da Catania, flyDubai ci collegherà con il Paese del Golfo da ottobre con 4 voli settimanali, due dei quali operati via Malta.
E per gli appassionati di aviazione, come siamo noi, a Expo sarà presente anche un futuristico padiglione di Emirates, dove sarà possibile scoprire e sperimentare tutte le novità dei prossimi anni, le evoluzioni tecnologiche che permetteranno anche di abbattere le emissioni e di viaggiare in modo confortevole, sicuro e sostenibile.

Potrebbe interessarti anche

Destinazioni
Scopri dove possiamo arrivare