Assistenze speciali

Passeggeri ridotta mobilità

Secondo la normativa europea UE 1107/2006 il gestore aeroportuale è responsabile dell’assistenza dei Passeggeri a Ridotta Mobilità (PRM), tesa a garantire a tutte le persone, senza alcuna discriminazione, una piena accessibilità al trasporto aereo.

Il regolamento europeo definisce PRM “qualsiasi persona la cui mobilità sia ridotta, nell’uso del trasporto, a causa di: qualsiasi disabilità fisica (sensoriale o locomotoria, permanente o temporanea), disabilità o handicap mentale, ragioni di età o qualsiasi altra disabilità e la cui condizione richieda un’attenzione adeguata e un adattamento del servizio fornito a tutti i passeggeri per rispondere alle esigenze specifiche di detta persona.”

L’attività di assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità viene erogata esclusivamente a titolo gratuito. SAC spa si occupa di gestire ed organizzare i servizi PRM avvalendosi della cooperazione della società controllata SAC Service srl.

Inoltre la S.A.C. S.p.a., a tutela del miglior svolgimento possibile delle attività e secondo criteri di reciprocità e trasparenza nei confronti del passeggero PRM, ha promosso una serie di iniziative volte a migliorare l’esperienza di viaggio:

  • un’area specifica all’interno del proprio portale internet;
  • un servizio di assistenza al PRM nel rispetto della sicurezza e dei tempi, così da rendere piacevole il soggiorno in aeroporto;
  • un varco dedicato di accesso ai controlli di Sicurezza;
  • due sale d’attesa (c.d. Sala Amica), ubicate rispettivamente in hall partenze e in sala imbarchi. In entrambe le sale, in un ambiente comodo e accogliente, al passeggero a ridotta mobilità è offerto un servizio puntuale e qualificato;
  • stalli riservati nei parcheggi SAC.

PRIMA DI PARTIRE: modalità di richiesta servizio PRM

Per prenotare il servizio di assistenza PRM, occorre prenotare sul sito della Compagnia Aerea (cliccando su assistenze speciali) o presso l’Agenzia Viaggi che ha emesso il biglietto, almeno 48 ore prima della partenza, oppure richiedere l’assistenza durante la formalizzazione delle operazioni di check-in. In quest’ultimo caso i PRM già prenotati avranno acquisito priorità all’accettazione.

IN AEROPORTO

Una volta giunti in aeroporto, i PRM dovranno avvisare dell’arrivo utilizzando gli appositi “punti di contatto”.

Di seguito elenchiamo i punti di contatto dell’Aeroporto di Catania:

  • Colonnine con citofono ubicate all’esterno dell’aerostazione, ed esattamente davanti alla porta n.2 del Piano Arrivi e davanti al terminal C;
  • Banchi Check-in al Piano Partenze;
  • Sala Amica al Piano Partenze;
  • Gli stalli di sosta temporanea dedicati ai PRM sono collocati proprio davanti alle colonnine di chiamata, per facilitare la discesa dei passeggeri.

In aeroporto è altresì previsto un adeguato numero di stalli riservati e gratuiti per le autovetture di guidatori disabili, presso i parcheggi SAC (P1, P2, P3, P5, P6). Le autovetture dovranno esporre in maniera chiara e visibile l’apposito contrassegno.

È anche possibile prenotare il servizio navetta che consentirà ai passeggeri disabili di essere accompagnati dai parcheggi all’aerostazione, inviando una mail all’indirizzo supervisoriprm@sacservice.it o compilando il form seguente, almeno 48 ore prima dell’arrivo in aeroporto.

Al fine di rendere l’esperienza di viaggio del passeggero PRM positiva e confortevole, oltre alle consuete misure a disposizione che abbiamo già illustrato, sono state intraprese, dopo la diffusione del COVID -19 altre misure, ritenute urgenti e cruciali, volte a tutelare la sicurezza e la salute di soggetti che spesso versano già in una condizione di estrema fragilità.
Tra queste si annoverano di seguito, le iniziative che il Gestore ha intrapreso, durante il corso del 2020, con riferimento ai PRM:

  • Installazione presso la Sala Amica e sul Terminal di gel igienizzante per le mani a disposizione dei passeggeri e degli operatori;
  • Formazione/informazione del Personale destinato all’assistenza al fine di adottare comportamenti responsabili volti a contenere il diffondersi del virus e promuovere condotte corrette durante lo svolgimento del proprio incarico;
  • Aumento della frequenza di pulizia e periodica sanificazione delle aree comuni destinate ai PRM (sedute, toilettes, sala amica, ascensori, tavolini, ecc…ecc…);
  • Per lo staff PRM è stato disposto, mediante l’attuazione del Protocollo aziendale COVID, l’obbligo di utilizzare la mascherina FFP2, i guanti e la visiera protettiva in plastica per l’accompagnamento in arrivo di tutti i passeggeri provenienti da Paesi Schengen ed Extra Schengen. Per i voli in partenza, e destinati verso Paesi Schengen ed Extra Schengen, la visiera protettiva in plastica potrà essere utilizzata esclusivamente secondo necessità ed in base alla valutazione effettuata dall’operatore sulla gestione del passeggero stesso al fine di garantire la salute e la sicurezza dell’operatore e del passeggero;
  • Il Personale PRM che viene utilizzato per attività di rilevamento della temperatura dei passeggeri in partenza ed in arrivo, dovrà indossare unitamente alla mascherina la visiera protettiva secondo una valutazione effettuata dal dipendente in base a contingenze quali, ad esempio, la presenza di passeggeri che potrebbero avvicinarsi a distanza non di sicurezza, volumi di passeggeri particolarmente elevati e che richiedono una interazione maggiore e duratura (richieste di informazioni o eventuali reclami) potrà essere utilizzata all’occorrenza;
  • Inoltre, fra le misure adottate nel corso del 2020 si annovera la riqualifica della Sala Amica spostata dalla zona gates al livello superiore e collegata con nuovi ascensori più spaziosi e funzionali attagliati alle esigenze dei PRM con diversi gradi di disabilità;
  • L’implementazione del parco sedie a rotelle con l’acquisto, compiuto nel corso del 2020, di numero 80 nuove sedie;
  • Inoltre, giornalmente le sedie, in orario notturno, vengono sanificate con prodotti specifici e certificati dalla Società appaltatrice (mediante un’integrazione del bando) in seguito al diffondersi del Covid-19 ed alla necessità di introdurre misure straordinarie ed urgenti per proteggere le categorie di passeggeri più fragili;
  • Le sedie a rotelle vengono inoltre, dopo ogni utilizzo, passate attraverso un macchinario specifico che si occupa di disinfettarle, decontaminarle e sanificarle con i raggi UV-C uccidendo il 99% di virus e superbatteri in un solo ciclo risultando più efficace della tradizionale pulizia manuale, attraverso un macchinario acquistato nel 2020 in seguito al diffondersi della pandemia. Tale acquisto rappresenta un segno tangibile dell’impegno che il Gestore profonde nelle attività e nei processi relativi ai PRM;
  • L’implementazione del parco mezzi speciali conclusosi nel 2020 con l’acquisto di due ambulift elettrici di ultima generazione modello Thunderlift 6000, che hanno il doppio vantaggio di essere eco-compatibili (essendo elettrici) con costi di gestione contenuti, spazi ampi e confortevoli disponendo di una capacità di trasporto di 12 passeggeri per volta che consentono di mantenere più agevolmente il distanziamento sociale durante le operazioni di sbarco ed imbarco dei passeggeri.

Per maggiori informazioni compilare il sottostante modulo di contatto

    *

    *
    *
    *
    Questo sito è protetto da reCAPTCHA. Vengono applicate Privacy Policy e Termini di servizio di Google.